Martedì, Ottobre 17, 2017

Curiosità

Elizabeth, I Love You

ElizabethILoveYouIl 16 febbraio 1997 in occasione del 65° compleanno di Elizabeth Taylor, Michael Jackson, ospite all’evento, sorprese la festeggiata e gli intervenuti con una performance memorabile.

Quella sera Michael dedicò a Liz un brano da lui composto, parole e musica, appena pochi minuti prima di arrivare alla festa, di fretta istruì l’orchestra e ingaggiò una bambina fuori dal teatro che potesse fare una breve comparsa sul palco insieme a lui.

Questa è l’unica versione del brano Elizabeth, I Love You, che non è mai stato riproposto in alcun modo…intanto i fans sperano di ritrovarla in futuro in una collezione postuma.

TESTO ORIGINALE:

Welcome to Hollywood
That's what they told you
A childstar in Hollywood
That's what they sold you

Grace with beauty, charm and talent
You would do what you were told
But they robbed you of your childhood
Took your youth and sold it for gold

Elizabeth, I love you
You're every star
That shines in the world to me
Elizabeth, can't you see that it's true
Elizabeth, I love you
You're more than just a star to me

Lovely Elizabeth
You surpassed them all
My friend Elizabeth
Learned to outlast them all

Many started back when you did
Lost their way and now they're gone
But look at you a true survivor
Full off life and carrying on

Elizabeth, I love you
You're every star that shines in the world to me
Elizabeth, can't you see that it's true
Elizabeth, I love you
You're more than just a star

This is your life
You seemed to have it all
You reached your peak
They wanted you to fall
It's very sad
This world can be so bad
But through all the heartaches
When they put you down

You know, you were the victor
And you earned the crown
It's like walking through fire
Determined to win
You were beating large battles
Again and again

Elizabeth, I love you
You're every star
That shines in the world to me
Elizabeth, can't you see that it's true

Remember the time
When I was alone
You stood by my side
And said Let's be strong
You did all these things
That only a true friend could do

Elizabeth, I love you
The world knows your worth now
Of all the things on earth now
I pray one day I'll be just
Like you

TRADUZIONE:

Benvenuta a Hollywood
Questo è ciò che ti dissero
Una star bambina ad Hollywood
Questo è quello per cui ti hanno venduta

Grazia con bellezza, fascino e talento
Dovevi fare ciò che ti veniva detto
Ma ti hanno tolto l'infanzia
Preso la tua giovinezza e venduta per l'oro

Elizabeth, ti voglio bene
Sei ogni stella
che brilla nel mondo per me
Elizabeth, puoi vedere che è vero
Elizabeth, ti amo
Sei più di una semplice star per me

Deliziosa Elizabeth
Li hai superati tutti
Amica mia, Elizabeth
Hai insegnato a tutti loro a sopravvivere

Molti sono tornati indietro mentre tu lo facevi
Hanno perso la loro strada ed ora sono scomparsi
Ma guardati, una vera sopravvissuta
Piena di vita continuando ad andare avanti

Elizabeth, ti voglio bene
Sei ogni stella che brilla nel mondo per me
Elizabeth, puoi vedere che è vero
Elizabeth, ti voglio bene
Sei più di una semplice star

Questa è la tua vita
Sembrava che tu avessi tutto
Hai raggiunto la vetta
E volevano farti cadere
E' molto triste
Questo mondo può essere molto cattivo
Ma attraverso tutte le pene
Di quando ti volevano abbattere

Lo sai, eri la vincitrice
E hai guadagnato la corona
E' come camminare attraverso il fuoco
Determinata a vincere
Hai vinto grandi battaglie
Ancora e ancora!

Elizabeth, ti voglio bene
Sei ogni stella
Che brilla nel mondo per me
Elizabeth, puoi vedere che è vero

Mi ricordo i tempi
Di quando ero solo
Sei stata al mio fianco
Dicendomi "dobbiamo essere forti!"
Hai fatto tutte le cose
Che solo un vero amico potrebbe fare!

Elizabeth, ti voglio bene
Il mondo conosce il tuo valore ora
Di tutte le cose sulla terra ora
Io prego un giorno di essere ...
Come te!

Bus In Viaggio

BusInViaggioBus in viaggio (Get on the Bus) è un film del 1996 diretto da Spike Lee e finanziato da alcune personalità afroamericane come Danny Glover, Wesley Snipes, Will Smith, Robert Guillaume, Charles D. Smith, Johnnie L. Cochran, Jheryl Busby, Olden Lee, Lemurel Daniels, Larkin Arnold, Calvin Grigsby e Robert Johnson.

Il film, che fu girato quasi interamente su un autobus, vi sono vari riferimenti allo schiavismo e fu presentato in concorso al Festival di Berlino del 1997 dove vinse un premio speciale.

Pochi sanno che Michael Jackson ha scritto la canzone On the Line per questo film, che però non è stata inclusa nella colonna sonora.

Gli incubi di Edgar Allan Poe

poemas_de_amor_de_edgar_allan_poeNon tutti sanno che nel 2000 Michael Jackson si era proposto ad interpretare il ruolo del poeta Edgar Allan Poe nel film Gli incubi di Edgar Allan Poe, mai prodotto, nonostante la sceneggiatura fosse già pronta. A quanto pare il Re del Pop voleva essere un attore cinematografico, voleva ritornare sul set, stavolta assai più importante e non musicale, impersonando appunto il famoso scrittore horror.

La pellicola non era certamente un musical, ma Michael Jackson ne avrebbe comunque scritto il theme, basato sulla poetica di Poe, inoltre, su consiglio dell'amico Steven Spielberg, pare avrebbe proposto alla regia Tim Burton.

We Are the World 25 for Haiti

11b.25_for_HaitiWe Are the World 25 for Haiti è un singolo di beneficenza per il terremoto di Haiti del 2010, pubblicato il 12 febbraio 2010 e inciso da artisti vari. Cover della celebre We Are the World, interpretata sempre per scopi benefici nel 1985 da vari artisti e accreditata come USA for Africa, all'incisione hanno partecipato decine di artisti di fama internazionale. Il titolo "25 for Haiti" è stato aggiunto in onore ai 25 anni dalla versione originale. La canzone si differenzia dall'originale per alcune parti rappate. Il brano contiene anche un intervento di Michael Jackson con una parte ricavata da un'incisione precedente alla sua morte.

Lo stile di Michael Jackson non è in vendita

stileMJ Style, Michael Jackson Style, Jackson Style non sono altro che invenzioni per speculare sul nome di Michael Jackson e la sua arte. Negli ultimi anni le scuole di danza si stanno attrezzando per avviare corsi di danza mirati ad insegnare a ballare come Michael Jackson, avendo la prepotenza di trasmettere una cattiva informazione, perchè quella di Michael Jackson non è uno stile di danza, ma un'interpretazione personale della danza urbana, quindi diffidate di chi vuole vendervi qualcosa che non esiste, perchè chi vuole provare a imitarlo, come fanno la maggiorparte degli impersonator, con un pò di buona volontà e molta passione, può copiare direttamente dai video di repertorio, non lasciate quindi che vi vendano il ricordo di Michael Jackson.

E poi, esistono per caso corsi di danza per imparare a ballare come James Brown? O come Beyoncè? Stiamo assistendo al massacro dell'arte e alla nascita di stili che non esistono e che intanto provano continuamente a venderci.

Lavorando da solo nella sua sala danza di casa, Michael Jackson ha amalgamato e sintetizzato i passi ed i movimenti di diversi stili e culture, tra i quali i classici film musical, stili etnici afro-americani, jazz e street dance e i suoi passi di danza sono ormai diventati vocaboli standard soprattutto nelle coreografie di jazz ed hip hop. Nonostante Michael Jackson abbia indubbiamente dato il suo contributo originale alla danza, con innovazioni e nuovi passi, non ha però avuto la presunzione di creare una nuova disciplina, perchè il suo stile è e deve rimanere un'arte a parte, fuori da ogni schema, è inutile tramandarla come se fosse una disciplina di danza, senza spiegarne o ricordarne il significato di ogni passo.

Non lasciamo che si speculi sul nome di Michael Jackson.

facebook

Trovaci su Facebook

SPEECHLESS

Mi piace
twitter

Seguici su Twitter

SPEECHLESS2004

Segui
youtube

Guardaci su YouTube

SPEECHLESS2004

Vai al canale
Bewons

Danza su Bewons

Associazione Culturale SPEECHLESS

Iscriviti!